Menu

Come rendere avvincente un testo scritto

27 aprile 2018 - attualità, maturità
Come rendere avvincente un testo scritto

Molto spesso, nei temi in classe così come in qualunque altra comunicazione vi dobbiate trovare a fare per iscritto, risulta importante anche la forma, oltre ovviamente al contenuto.

Più un testo risulta avvincente e più sarà in grado di conquistare e catturare colui che legge. Quindi eccovi alcuni consigli utili per rendere un testo, anche dal contenuto più banale che possiate immaginare, avvincente e conciso:

1) Non usate troppi avverbi solamente per allungare il brodo; i testi più avvincenti sono quelli concisi, quelli che con poche e stringenti parole riescono ugualmente a racchiudere un significato importante;

2)Evitate periodi eccessivamente troppo lunghi, per la stessa motivazione di cui al punto 1., e per evitare che il lettore stesso perda il filo;

3)Fate attenzione alla.punteggiatura; una virgola, un punto e virgola, se messi a dovere, cambiano il significato stesso della frase, specialmente se si tratta di frasi incisive;

4)Non fate ripetizioni; abbiate a portata di mano un dizionario dei sinonimi e dei contrari, soprattutto nei compiti in classe, e comunque evitate di ripetere per troppe volte la stessa parola anche facendole riferimento tramite articoli sostantivati;

5)Limitate gli elenchi; se anche nella vostra “scaletta mentale” è presente una lunga lista di cose, non la.rappresentate così come l’avete in mente, come una lista della spesa, ma cercate di articolarla in un discorso vero e proprio;

6)Usate le domande retoriche: esse fanno riflettere il lettore e rendono il testo meno noioso, invitandolo ad andare avanti nella lettura. Se poste a inizio o fine di un tema fanno un grandissimo effetto;

7)Non usare la parola “cosa”: a qualunque oggetto, fenomeno o altro vi stiate riferendo, non toglietegli importanza apostrofandolo come “cosa”: trovate un aggettivo o sostantivo meno generico e più adeguato, specifico;

8)Fate attenzione ad utilizzare sempre lo stesso tempo verbale: se aprite un tema parlando al presente, non potete chiuderlo parlando al passato; a meno che ciò non risulti necessario nel caso in cui stiate facendo riferimento a lassi temporali differenti;

9)Riferitevi ad una generica seconda persona singolare o plurale: in questo modo identificherete il lettore stesso e potrete fargli delle raccomandazioni, allo scopo sempre di rendere il discorso più interessante;

10)Non cercate di parlare come persone eccessivamente colte, utilizzando termini che non vengono utilizzati più da secoli: il vocabolario italiano è ricchissimo, non vi andate a complicare la vita cercando parole strane solo per tentare di fare una bella figura;

11)Utilizzate frasi brevi ed incisive, cercando di racchiudere, come ho già detto, significati complessi in poche parole, andando dritti al punto, senza girarci intorno;

12)Non dimenticate mai qual è la vostra meta: mentre scrivete non perdetevi nelle vostre stesse parole: abbiate sempre chiaro il concetto che volete affermare, a cui volete arrivare (ad esempio, in un saggio breve, la tesi!).

13) ricordatevi di leggere tanto: più leggerete più automaticamente migliorerà il vostro linguaggio e modo di esprimervi!

Spero che questi consigli vi possano essere utili sia per la scuola ma soprattutto nella vita!
La scrittura ha infatti un potere importantissimo: a volte riesce ad esprimere sentimenti ed emozioni meglio di mille parole!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *