Menu

Recensione “Castle-detective tra le righe”

18 marzo 2018 - attualità
Recensione “Castle-detective tra le righe”

La caratteristica principale di questa serie tv è sicuramente la capacità di catturare lo spettatore: un episodio tira l’altro! È affascinante, appassionante ed intrigante: non ricopre un unico genere televisivo, ma ne fonde diversi, tra i quali i più evidenti sono senz’altro quello thriller e quello romantico, anche se in diversi episodi emerge anche una certa drammaticità, compensata puntualmente da scene comiche, ma mai stupide.

Emergono diversi temi importanti: l’importanza dell’amicizia, l’imprevedibilità dell’amore, il difficile rapporto tra lavoro e amore, il legame unico che lega padre e figlia, ma anche elementi che riguardano la corruzione della società, specialmente ai più alti livelli della scala sociale.

Castle è uno scrittore di romanzi gialli, che, per trovate la sua ispirazione, riceve il consenso di collaborare insieme all’agente Beckett nel dodicesimo distretto: ben presto quest’ultima diventa la sua musa ispiratrice e non solo: tra i due comincia a nascere qualcosa di tenero, cosicché il lavoro inizia a fondersi con il sentimento.
Castle diventa quasi indispensabile per Beckett: lo scrittore dimostra infatti di avere un geniale intuito nella risoluzione dei casi di omicidio.
Molto spesso gli stessi protagonisti diventano vittime di serial killer malati, e sono costretti ad affrontare situazioni difficili, addirittura a rischiare la vita: è proprio in questi momenti che i due, reciprocamente, diventano consapevoli di quello che provano l’uno per l’altra.
Ma, come già anticipato, “Castle” non è una semplice storia d’amore: i casi che Beckett e la sua squadra devono risolvere sono molto intriganti, ognuno diverso dagli altri, e mai banali: individuare l’assassino non è mai facile e molto spesso colui che sembrerebbe esserlo in realtà non lo è: così l’attenzione dello spettatore non viene mai meno.
Non si cade nel drammatico nemmeno nelle scene in cui gli stessi protagonisti rischiano la vita: l’umorismo di Castle è sempre presente anche in questi difficili momenti.

La loro storia d’amore neanche cade mai nel banale: i due, prima di coronare il loro sogno d’amore, dovranno superare tantissimi ostacoli e soffrire molto; anche nei momenti che sembrano più felici accade qualcosa che rompe questo equilibrio: spesso a causa dei casi pericolosi che la squadra deve affrontare e che rischierebbero di mettere in pericolo anche Castle e la sua famiglia, Beckett stessa si trova di fronte a scelte difficili: mettere in salvo Castle e il loro amore lasciando il caso, o seguire il suo senso di giustizia e indagare fino alla fine per mettere in carcere il colpevole?

Non possiamo entrare nel dettaglio per evitare di fare “spoiler”, ma guardando questa serie voi stessi vi renderete conto della sua eccezionalità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *