Dal liceo all’università

L’Università rappresenta un grandissimo passo in avanti, per ogni ragazzo o ragazza: è un passaggio fondamentale per il vostro futuro. Altrettanto fondamentale è dunque la scelta del corso di studi che si vuole seguire: molto spesso I ragazzi tendono a scegliere il corso in base alla redditività del lavoro che esso può offrire, mentre non prendono affatto in considerazione altre componenti, che invece dovrebbero avere la prioprità:

  • innanzitutto occorre considerare ciò che vi piace fare veramente nella vita: I vostri sogni non devono sottostare a nulla, non dovreste avere paura di scegliere un corso di studi che vi piace solo perché sono basse le possibilità di trovare un lavoro ben retribuito; non importa quello che le statistiche dicono: quello che importa veramente è la vostra felicità. Non è fattibile e non è sopportabile alzarsi ogni giorno dal letto, e andare a seguire un corso noioso che non vi interessa affatto se non considerate lo stipendio che quello sforzo vi potrà dare in futuro.

    Ma è davvero quel lavoro superpagato quello che volete fare? Veramente volete fare un lavoro che non vi piace per tutta la vostra vita? Farlo solo per I soldi? Sacrificare la vostra esistenza solo per I soldi? È indubbio che I soldi al giorno d’oggi, purtroppo, siano più che importanti, ma non dovete permettere loro, a dei pezzi di carta, di condizionare la vostra vita, di minare la vostra felicità: nessuna cifra può ripagare un tale sacrificio.

    Considerate poi che il successo si raggiunge più facilmente e con più soddisfazione in un ambito in cui si ama lavorare, piuttosto che in un ambito del quale si è completamente disinteressati, se non in relazione a quanto esso frutta economicamente.

  • Scegliete da soli: la vita è vostra, le scelte sono vostre, non fatevi condizionare da nessuno in questa scelta così importante, pensate solo ed esclusivamente con la vostra testa;
  • non fatevi condizionare dal liceo che avete fatto: la scelta del liceo ci viene imposta troppo presto, quando siamo poco più che dei bambini, quando ancora non siamo in grado di fare previsioni razionali sul nostro futuro; ma per fortuna, ai fine dei cinque anni, se ci rendiamo conto di aver sbagliato in passato, possiamo recuperare: chi ha fatto il liceo classico non è obbligato a fare lettere classiche o filosofia, così come chi ha fatto lo scientifico può tranquillamente scegliere una materia umanistica e così come uno studente dell’istituto alberghiero, magari resosi conto del suo amore per lo studio, può decidere di non andare a lavorare subito, ma di seguire anche lui un corso di laurea.

    Non vedete il vostro percorso liceale come un ostacolo al vostro futuro, perché avete ancora la possibilità di invertire rotta!

  • Non preoccupatevi di cambiare facoltà in corso e, anzi, non aspettate a farlo se vi rendete conto di aver sbagliato: se andare all’università vi fa stare male, se seguire le lezioni è un incubo, se l’unica cosa positiva nella vostra vita vi sembra il fine settimana, allora correte ai ripari: quello non è il corso adatto a voi, non è il corso in cui potrete realizzarvi a pieno. Ma non disperate, la facoltà per voi è lì che vi aspetta, bisogna solo che ve ne rendiate conto!
  • Non considerate l’università come un “esaminificio”, un luogo dove venite semplicemente giudicati, qualificati in base a un voto. L’università deve essere per voi il luogo dove plasmare il vostro futuro, dove vi dedicate completamente a voi stessi, alla vostra persona,il luogo dove apprendete conoscenze che non vedevate l’ora di scoprire, per poterle utilizzare al meglio nella vostra vita.
  • Non abbiate paura di rigettare l’università stessa: a molti non piace studiare e non è di certo un dramma preferire a questo percorso uno meno faticoso e più breve che vi immetta nel mondo del lavoro. Nessuno vi obbliga ad avere una laurea e nessuno può dirvi che non valete nulla perchè non possedete un tale attestato.

    Il mondo è pieno di possibilità, bisogna solo saperle sfruttare al meglio!

One thought on “Dal liceo all’università

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *