Menu

il rischio

23 febbraio 2018 - economia aziendale, università-facoltà di economia
il rischio

All’interno di un’azienda abbiamo diversi tipi di rischi:
1. Rischi specifici: Incidenti sul lavoro, ecc, dai quali ci si può premunire con una buona assicurazione;
2. Rischio generico d’azienda: È la possibilità che essa non riesco a raggiungere gli obiettivi per i quali è stata costituita: Per premunirsi da tale rischio è necessario: Valutare la congruità dei risultati attesi, considerare il rischio limite, scegliere la modalità di finanziamento dell’azienda in relazione al rischio generico (se il rischio è più alto si punterà più sul capitale proprio che sull’indebitamento);
3. Rischio di impresa: Che il valore di ciò che viene prodotto sia inferiore al valore di ciò che l’impresa utilizza per produrre: Per far nascere l’impresa occorre che ci siano dei soggetti disposti ad accollarsi tale rischio in vista del profitto; a ben vedere il rischio di impresa non è nient’altro che un particolare tipo di rischio generico d’azienda: È sempre il rischio che l’azienda non riesca a raggiungere gli obiettivi per i quali è stata costituita: Nel caso dell’impresa tali obiettivi si concretizzano nel profitto.

Le cause del rischio di impresa sono:
1. Volatilità dei ricavi: La domanda è volubile e potrebbe cambiare da un momento all’altro.
2. Rigidità dei costi fissi di struttura: Anche in caso di cattivo andamento della gestione devono essere pagati.
Sebbene ci si possa premunire da tale rischio il rischio di impresa è ineliminabile. Si può solamente armonizzare tenendo ben presente che una riduzione del rischio comporta una riduzione delle aspettative: Occorre quindi migliorare la combinazione tra rischio e aspettative.

Il rischio di impresa ricade sul capitale proprio: Esso è il capitale conferito che, allorché non bastassero i ricavi, deve coprire i costi e gli obblighi assunti (copre quindi il rischio d’impresa). Il capitale proprio viene remunerato solo dopo che i ricavi hanno coperto i costi e solo se è stata assorbita un eventuale perdita passata. Da esso dipende l’incertezza dei fornitori circa la capacità di rispettare gli impegni assunti.

Un altro tipo di rischio che possiamo rinvenire nelle aziende è il cosiddetto rischio derivato: È il rischio che l’impresa cada in squilibrio economico a causa di una cattiva conduzione aziendale e quindi a causa di errori commessi da chi la governa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *