Menu

principali eventi della prima guerra mondiale nell’anno 1914

22 febbraio 2018 - maturità, storia

L’Austria dichiara guerra alla Serbia il 28 luglio 1914, e inizia a la mobilitazione della russia, da sempre grande protettrice della serbia; la Russia mobilità però le sue forze anche sul confine tedesco: Il 31 luglio quindi la Germania di Guglielmo II invia un ultimatum alla russia, considerando la mobilitazione lungo il suo confine un gesto di avversità. Così il primo agosto guglielmo II dichiara guerra alla Russia. Conseguentemente, la francia, legata alla Russia dalla triplice intesa, inizia a mobilitare le sue truppe. Il 3 agosto Guglielmo II decide quindi di dichiarare guerra anche alla francia.

MOTIVAZIONI DEL COMPORTAMENTO TEDESCO:

1. Da tempo la Germania si sentiva accerchiata, viste le alleanze tra Francia e russia, e aveva già previsto la possibilità di una guerra su due fronti, con l’elaborazione del Piano schlieffen: Esso prevedeva l’attacco prima della francia, e sarebbe stata invasa passando attraverso il neutrale Belgio. Tale piano prevedeva la sconfitta della Francia In poche settimane, così che poi le truppe tedesche si sarebbero potute concentrare sulla Russia, ti muta per il numero di Soldati che poteva mettere in campo di guerra; tale piano verrà effettivamente messo in atto, ma solo inizialmente avrà successo.

2. Inoltre virgola vista l’introduzione della guerra lampo è visto il suo successo, la Germania non voleva lasciare l’iniziativa in mano ai nemici.

4 agosto 1914: La Germania invade la Francia passando per il Belgio: Abbiamo quindi la reazione negativa dell’opinione pubblica visto che la Germania aveva invaso una terra neutrale; la Gran Bretagna non poteva accettare L’attacco di un paese che si affacciava sulla Manica quindi il
5 agosto 1914: La Gran Bretagna dichiara guerra alla germania.
6 settembre 1914: Inizialmente la guerra di movimento tedesca ha dei successi Ma in questa data subisce il primo rallentamento: I francesi riescono a rimandare i tedeschi, che erano arrivati a una decina di chilometri da parigi, lungo i fiumi Aisne e Somme.
La guerra lampo si trasforma così in guerra di trincea o di logoramento. La guerra lampo non può più essere efficace soprattutto a causa dell’introduzione di nuove armi da guerra che permettevano di uccidere il nemico anche a larga distanza, prodotto della seconda rivoluzione industriale (mitragliatrici) .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *