Menu

Colonialismo

22 febbraio 2018 - maturità, storia
Colonialismo

schema sul colonialismo

Tale fenomeno riguarda gli ultimi decenni del 1800 e si estende fino allo scoppio della Prima Guerra Mondiale.

CAUSE:

  1. causa economica: necessità, dovuta alla generale svolta protezionistica, di trovare nuovi mercati in cui vendere le eccedenze di mercato dovute alla crisi di sovrapproduzione, e di reperire materie prime a basso costo;
  2. sbocco per emigrazione: speranza di trovare lavoro nelle nuove terre;
  3. politica di potenza e prestigio: diffusione del nazionalismo: avere più territori, anche inutili come quelli desertici significava avere più potere, aumentare il prestigio della propria nazione. per conquistare territori si usa la “scusa” del FARDELLO DELL’UOMO BIANCO: le popolazioni sottosviluppate erano considerate “da educare”.

CONSEGUENZE:
1. Esplorazioni: Per la prima volta viene esplorato anche l’interno dell’Africa;
2. Spartizione di Africa e Asia tra nazioni europee:

ASIA:

Gli inglesi avevano l’India con Pakistan Bangladesh e Birmania; poi avevano Ceylon, hong Kong Singapore base nell’Oceano Indiano e nel sud-est asiatico;
Gli olandesi avevano l’arcipelago indonesiano;
I portoghesi avevano Macao in Cina Goa in India e parte dell’isola di Timor;
Gli Spagnoli avevano le Filippine che nel 1898 andranno però agli americani;
I russi si espandono in Siberia e in Asia Centrale;
I francesi conquistano la penisola indocinese con il Vietnam Cambogia e Laos;
L’espansione in Asia viene Favorita dalla costruzione del Canale di Suez nel novembre 1869, che facilitava i collegamenti tra Europa e Asia.

AFRICA:

I francesi conquistano l’Algeria nel 1830, tunisi nel 1881 e avevano gran parte dell’Africa occidentale e centrale;
Gli inglesi avevano Colonia del capo ottenuta dal Congresso di Vienna e nel 1882 ottengono anche l’Egitto;
In Africa abbiamo un episodio importante nel 1898: L’episodio di Fascioda:

A fascioda una fortezza nel Nilo francesi e inglesi nelle loro rispettive espansioni si incontrano: Sarebbe potuta scoppiare una guerra coloniale Ma i francesi decidono di ritirarsi e da quest’episodio deriva una distensione dei rapporti tra le due nazioni che porterà alla triplice intesa nel 1907.

Quindi alla fine dell’800 gli unici territori ancora indipendenti in Africa erano:
Liberia, Impero etiopico (fino all’ottobre 1935), Libia e Marocco( ancora per poco)

Per quanto riguarda i tedeschi, essi non erano molto interessati alle colonie quanto piuttosto a mantenere i confini della neonata Germania unita.

I giapponesi, consapevoli di essere un paese sottosviluppato rispetto all’Europa virgola decisero però di non piegare la testa ma di reagire: Così nel giro di poco tempo da paese sottosviluppato il Giappone Diventerà uno dei più industrializzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *