Menu

Noi giovani italiani

6 marzo 2018 - attualità

Italia: questo Paese tanto criticato da chiunque ci abiti, tanto amato dai turisti; questo paese dove la gioventù sembra essere sempre meno a suo agio, per le poche opportunita’ che, almeno si dice, offre loro. Così sempre più spesso ci sentiamo dire dai nostri genitori che sarebbe meglio crearsi un futuro da un’altra parte, in America, Inghilterra, Spagna, non importa dove, basta che non sia l’Italia: perché l’Italia funziona male, perché è senza speranza, perché tanto nessuno è in grado di cambiare lo stato delle cose, che potra’ solo che peggiorare.

Ma se tutti noi giovani seguissimo questo consiglio, non daremmo una mano alla decadenza e non alla rinascita dell’Italia? Se tutte le menti brillanti abbandonano questo Paese in cerca di fortuna altrove, chi rimane in Italia?

Certo, se tutti se ne vanno, è ovvio che nessuno riuscira’ a cambiare lo stato delle cose, perchè chi rimane è “nato”, è “assuefatto” dallo stato delle cose stesso, non riesce a guardare oltre, a trovare una soluzione geniale. I giovani sono una risorsa fondamentale che potrebbe davvero portare un cambiamento in meglio del nostro Paese: I giovani hanno forza, idee nuove, voglia di mettersi in gioco, e molti amano questo Paese e se se ne vanno, lo fanno per necessita’, ma dispiaciuti.

Non si può lamentare la scarsa presenza di giovani in Italia e allo stesso tempo invogliare I ragazzi ad andarsene, così come non si può criticare il basso tasso di natalita’: se trovare lavoro è difficile anche per un laureato, se la situazione economica non sembra migliorare, come si può pensare di mettere al mondo un figlio? Se lo stipendio non basta in due, come si può pensare di sfamare un’altra bocca? Basta guardare questo estratto di un servizio di Sky per capire come la poverta’ in Italia sia molto più diffusa di quanto possiamo immaginare: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/14/inseguendo-la-felicita-tra-compro-oro-e-recupero-crediti-a-domicilio-su-sky-il-ritratto-dellitalia-che-vive-in-poverta/4090937/

C’è bisogno di un cambiamento, cambiamento significa novita’, e la novita’ può venire solo da menti fresche, speriamo solo che non se ne vadano tutte!

2 pensieri su “Noi giovani italiani

Alessandro Blandi

Pultroppo non basterebbe un fogloper commentare questo enigma ci vorrebbero fatti e non parole per uscire dal baratro in cui siamo speriamo a un futuro migliore!

Risposta
Elisabetta Salvadei

Sono una mamma di 54 anni, con un figlio di 20 anni, il mio unico pensiero e la mia preoccupazione è il suo futuro che purtroppo nel nostro paese non avrà….scrivo per lui è come se scrivessi a tutti i giovani del nostro paese. Spero e mi auguro per tutti i nostri giovani che le cose cambino e i nostri politici si rendano conto cosa perdono a lasciarli andare. Ragazzi combattete per rendere L Italia alla vostra portata! Forza ragazzi!!!

Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *