Menu

Ipocondria causata da internet

6 ottobre 2018 - attualità

Tutti ormai sono dotati di uno smartphone di ultima generazione o di un ‘telefonaccio’ che può tranquillamente navigare in internet.

Questi oggetti tecnologici stanno sostituendo le persone nei loro lavori : tutte  le persone infatti  in quest’ epoca sono  dotate di una laurea in medicina. Difatti appena ‘il paziente’ accusa qualcosa di strano si mette subito a cercare in internet quale possa essere la causa del suo malessere. Spesso però si giungono a idee controverse : un semplice mal di testa può diventare un tumore al cervello, una semplice ciste può diventare un carcinoma oppure un po’ di tosse può diventare una grave polmomite.

Questi risultati invece di tranquillizzare le persone le fanno diventare  ipocondriache, portandole alla paranoia della loro pseudo malattia.

È inutile andare a cercare la malattia su internet, dovete rivolgervi direttamente al  medico che  potrà risolvere i vostri problemi con un esame materiale più accurato di internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *