Menu

Essere felici con poco

11 maggio 2018 - attualità
Essere felici con poco

Purtroppo la depressione sta colpendo sempre più persone: sembra che vivere la propria vita felicemente sia sempre più difficile.

Contro la depressione è difficile combattere, ma già quando si cominciano ad avvertire dei segnali, prima che sia troppo tardi, si può intervenire. Alcuni di questi segnali sono:
Apatia: anche le attività che prima ci rendevano felici, ora rimangono indifferenti, e non ci causano più l entusiasmo di una volta;
Sensi di colpa: sensazione bruttissima, incolparsi per qualunque cosa, anche senza un razionale motivo avere la sensazione di nuocere alle persone intorno a noi;
Asocialità: uscire con amici o parenti diventa un obbligo, non più un piacere: si preferisce rimanere a casa da soli, senza vedere nessuno;

Questi sono solo pochi ma significativi campanelli d allarme che ci possono far capire che qualcosa nella nostra vita non va come dovrebbe andare.

La depressione è una vera e propria malattia che necessita del parere di un esperto; ma per essere felici nella vita posso darvi alcuni consigli:

Innanzitutto vivete per voi stessi: la vita è breve, quante volte lo diciamo o lo sentiamo dire? Bene, trasformiamo questa frase campata in aria e applichiamola alla realtà: se fate una cosa fatela per voi stessi, se non vi va di fare una cosa, non sentitevi obbligati da amici o parenti, non la fate. Non permettete a nessuno di rovinarvi la giornata: siate superiori e, perché no, anche egoisti: ogni tanto pensare a se stessi è lecito e corretto.

Anche fare del bene agli altri, specialmente se siete molto sensibili, può cambiare una brutta giornata: si tratta di piccoli gesti, un mazzo di fiori alla mamma o alla ragazza, un po’ di compagnia alla nonna, un euro ad un senzatetto che chiede l’elemosina e via dicendo.

Concedetevi della pause dallo stress della vita: il lavoro, la scuola, non dovrebbero mai diventare opprimenti e rovinare la nostra vita. Se vi sentite troppo stanchi per la scuola, stare un giorno a casa senza far nulla vi può aiutare e perdere un giorno di studio non è assolutamente una tragedia, specialmente se a beneficiarne sarà la vostra mente: il giorno dopo avrete il triplo delle energie e non sarete più stressati. Stessa cosa per il lavoro, nei limiti che quest ultimo vi può concedere.

Se avete la possibilità, un weekend fuori sarebbe lo svago migliore: viaggiare fa bene all anima.

Altro “metodo per essere felici”  a portata di tutti è prendere il bello e il meglio che il mondo ci offre: il sole, il mare, la natura: fare una bella passeggiata ogni giorno nel mondo che ci circonda e prendere l energia dalla natura può essere veramente liberatorio e antistress.

La vita è bella, abbiamo avuto la grandissima possibilità di viverla, non sprechiamola!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *